Una bugia sull’algoritmo di Instagram

Mi raccomando i commenti devono essere lunghi almeno quattro parole su Instagram altrimenti non valgono. Questa è una delle leggende metropolitane che circolano sull’algoritmo di Instagram. È una giungla di queste convinzioni, io per prima periodicamente cado in questi meccanismi di rumors che circolano tra noi blogger.

Come sai, se hai letto il mio libro, io ho due tipologie di blog. Il blog di libri, GeaBook, e il mio blog social relativo alla mia attività di giornalista, nei profili quindi di Gea Petrini. Certo, adesso ho anche questo. Insomma, sia in una sfera (libri) che nell’altra (news e personal branding) questa storia della lunghezza dei commenti mi è arrivata e l’ho fatta mia.

Sbagliando.

Tutte le lunghezze dei commenti contano invece come coinvolgimento. Quindi Instagram prende in considerazione anche quelli con una sola parola o una emoji. Lo sai perché? I commenti sono un motore cruciale di engagement di per sé. Lo sai invece cosa può contare? Che tu risponda in tempi brevi ai commenti che gli utenti lasciano ai tuoi post nel feed. Non essere pigro! Rispondi.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *